Liutprand - Associazione Culturale

PETIZIONE MONUMENTO LA PALISSE, LEGGI E FIRMA ANCHE TU
sezione articoli
HomeArticoli dal Mondo › Articolo
di Ramón Llanas per lavanguardia.es
La mummia di Cleopatra è sepolta a Parigi?
Vane le ricerche che si svolgono da tre anni in Egitto


La seguente è una traduzione di "La momia de Cleopatra se esconde en París".

Cleopatra VII, la grande Cleopatra, il naso di grande potenza geopolitica, è a Parigi. Si tratta di una questione di giustizia, perché che cosa sarebbe meglio per una donna come lei? In particolare, è sepolta nel giardino della Biblioteca Nazionale di Francia, nella sua vecchia sede della rue Vivienne, vicino al Louvre e al Palais Royal. Questo è ciò che Juan Angel Torti, ex giornalista cileno e, forse, il pensionato più elegante di Parigi, ha sostenuto per anni. L'ex reporter di Agence France-Presse, la cui sede è a due passi da dove la regina egiziana si trova presumibilmente, attende con impazienza il momento in cui gli archeologi raggiungeranno la fine del tunnel, lungo 120 metri, al tempio di Tabusiris Magna, 50 km da Alessandria, dove i sarcofagi di Cleopatra e Marco Antonio si trovano presumibilmente. Il che dovrebbe avvenire entro la fine di quest'anno, come annunciato dalle autorità egiziane. Torti, però, è certo che sarà una grande delusione: "La tomba di Cleopatra è vuota".


Autore d'un libro su questo argomento (Cleopatra a Parigi, pubblicato in Cile e recentemente tradotto in francese), Torti inciampò su una pubblicazione in cui Théodore Mortreuil, ex conservatore e segretario-tesoriere della Biblioteca Nazionale, morto negli anni '50, sosteneva che la donna faraone fu sepolta nel giardino dell'istituzione. Da lì, Torti iniziò un'indagine chegli procurò molte sorprese, alcune non collegate a Cleopatra, come ad esempio l'esistenza di un lago artificiale con pesci nel seminterrato del Palais Garnier, il Teatro dell'Opera di Parigi, o la presenza di altre mummie sepolte ai piedi del monumento della Bastiglia. Torti sostiene che la mummia di Cleopatra era parte di un lotto di tre (due uomini e una donna), dato al generale Bonaparte durante la fallita spedizione in Egitto. "Esse furono tra le poche cose che il futuro Napoleone I riuscì a riportare dall'Egitto dopo la sconfitta francese da parte degli inglesi. Queste tre mummie furono esposte presso la Biblioteca Nazionale dopo il suo ritorno, a un vasto pubblico. Il mondo intero avrebbe visto Cleopatra e tutti i giornali avrebbero parlato dell'evento."


Nel 1870 il nipote di Napoleone, Napoleone III, dichiara guerra alla Prussia. I prussiani sconfiggono i francesi, arrivano a Parigi. "Fu la prima volta che le truppe di Prussia sfilarono sotto l'Arco di Trionfo, e l'ultima, perché, dopo la prima guerra mondiale, il Milite Ignoto fu collocato ai piedi del monumento e il soldato tedesco non ebbe altra scelta che quella di marciargli intorno, nel marzo del 1940." I prussiani infine si stancarono di sfilare in parata attraverso Parigi. "Che cosa accadde alla Biblioteca nazionale durante il loro soggiorno? Gli ufficiali costruirono un muro per sigillare una stanza in cui erano nascosti i preziosi beni delle istituzioni da salvare dal saccheggio, comprese le tre mummie".
Quando il pericolo passò, il muro fu distrutto, ma l'umidità aveva iniziato a far decomporre le mummie. Tuttavia, esse furono esposte di nuovo.
"Poco tempo dopo, nel 1871, la città vide l'arrivo della Comune di Parigi, la rivolta popolare che divenne particolarmente forte nella parte nord della capitale, creando il caos".
Un ufficiale d'alto rango dei militari incaricati di proteggere la Biblioteca Nazionale sentì l'irritante odore che usciva dalle mummie e diede l'ordine di seppellirle in giardino, durante la notte.
Monsieur Mortreuil rimase colpito, ma non ebbe altra scelta che quella di aderire alla volontà dei militari e, pala in mano, capeggiò l'entourage che praticava la sepoltura.


Torti spera che quando gli egittologi arriveranno alla tomba vuota di Cleopatra, le autorità francesi si assumeranno le proprie responsabilità e, ancora una volta, qualcuno andrà ai bellissimi giardini della Biblioteca Nazionale, pala in mano. Questa volta, però, sarà per il salvataggio di Cleopatra, la più parigina delle regine del mondo.





Associazione culturale Liutprand 27100 PAVIA      copyright ©1994-2018 e-mail: liutprand@iol.it