Liutprand - Associazione Culturale

PETIZIONE MONUMENTO LA PALISSE, LEGGI E FIRMA ANCHE TU
sezione articoli
HomeArticoli dal Mondo › Articolo
di Drew Hempel, MA
LA BIOMUSICA: I SEGRETI DELLA DEA CHE SUONA IL FLAUTO
o il Serpente dell'Arcobaleno


Elizabeth Marshall Thomas, una stimata antropologa esperta in materia di Boscimani, la cultura che rappresenta il 90% della storia umana, parla dei segreti del rituale dell’Antilope maschio (Taurotrago, Eland), nel suo libro "The Old Way". Quello dell’Antilope maschio è considerato il più antico rituale dei Boscimani, è praticato dalle donne, e si trova anche strettamente connesso con riti simili, praticati tra i popoli delle foreste noti come pigmei. Ciò che distingue il rituale è la musica utilizzata – basata su una vecchia scala pentatonica o a 5 note.


Tale semplice scala, costituita di 5 note, è considerata il tipo più universale di scala, si trova nella maggior parte delle culture umane ed è costruito sugli intervalli musicali 1–4–5. La mia tesi di dottorato sulla filosofia della musica, reperibile alla pagina web: http://nonduality.com/hempel.htm, specifica che gli intervalli musicali 1–4–5 sono anche la base per i principi yin e yang della filosofia taoista. In altre parole, il più antico rituale dell’umanità utilizza gli stessi rapporti che costituiscono il significato segreto per la guarigione taoista paranormale. Il professore d’Antropologia Chris Knight collega il rituale dell’Antilope con quello del Serpente dell’Arcobaleno, degli aborigeni australiani. Questi due antichi rituali sono paralleli ai "culti del flauto" che si trovano sia in Amazzonia, sia in Melanesia.
La storia di base di questi rituali universali, in modo molto simile alla storia del Giardino dell'Eden, è che le donne erano capaci di controllare il potere di guarigione e la capacità di creazione in modo paranormale. Gli uomini hanno preso il potere di guarigione, ma sanno segretamente che esso proviene dalle donne e gli uomini devono essere molto attenti a non perdere questa capacità – la capacità di creare "serpenti d’arcobaleno" per la realtà paranormale. Sorprendentemente il recente libro del dottor Andrew Parker sull’esplosione di vita del periodo Cambriano , di circa 500 milioni d’anni fa, sostiene che "gradienti quantici di diffrazione" furono il segreto alla base dell’evoluzione. In altri termini, lo stesso "serpente arcobaleno" che si vede quando guardiamo il retro di un compact disc è anche il modo in cui la bioluminescenza del mare primitivo fece sviluppare i neuroni in cervelli, capaci di cognizione.
I gradienti di diffrazione quantistica sembrano distribuiti uniformemente, ma a causa della risonanza asimmetrica i salti e le scanalature consentono una auto–organizzazione dell’energia ionizzata – che si trasforma in massa – e ritorna in comunicazione spazio–temporale. Questa auto–organizzazione attraverso una più elevata dimensione olografica si chiama "corrispondenza nascosta" nella scienza del caos quantistico ed è anche chiamata "fantasma di risonanza".
La scienza fa sì che tutto questo sembri complicato, ma è a causa della "cospirazione" della biomusica. La biomusica è una nuova disciplina scientifica basata sulla scoperta che la natura – i protozoi, le balene, gli uccelli, i topi, ecc., utilizzano per la comunicazione lo stesso tipo di armoniche usato dalla musica umana. In altre parole, la musica con gli intervalli 1–4–5 non è solo limitata all’uso da parte degli esseri umani, ma è il segreto che sta dietro tutta l’evoluzione. Il Dr. Daniel Levitin approfondisce la connessione di questa possibile evoluzione della musica nel suo libro "This is your Brain on Music". La musica si collega con il cervelletto, che recentemente si è scoperto essere la connessione con le nostre emozioni attraverso le reazioni elettrochimiche del nostro sistema nervoso autonomo. In precedenza il cervelletto era pensato principalmente come la sede preposta al movimento, ma si scopre che il movimento è un mezzo per regolare le nostre emozioni!
Mentre la musica non occidentale, non sofisticata per un orecchio moderno, è un segreto senza tempo per la sua apparente monotonia. Il canto monotonale, basato su una singola nota, si fonda sul concetto che il suono si traduca in ultrasuoni che creano calore, il che è chiamato N / um dai Boscimani, che poi ionizzano i nostri componenti elettrochimici e creano campi elettromagnetici per la guarigione. Quando Daniel Bournelli "smentì" la legge sciamanica di Pitagora, basata sugli intervalli musicali del Tetrade 1–4–5, perse questo concetto senza tempo e molto avanzato di massa–energia totale e la transduzione spazio–tempo – questa è la cospirazione della Biomusica.
Nelle culture non occidentali, i ruoli sessuali si intrecciano in tutti gli aspetti della cultura con l’intesa che gli opposti complementari possono risuonare in una sensibilizzazione informale per creare una forte energia di guarigione. Così nella cultura dei Boscimani, per tradizione, il 90% degli uomini sono guaritori, mentre le femmine cantano tutta la notte, così che gli uomini possano danzare per 10 ore di fila. Gli uomini entrerebbero in uno stato di transe, dopo che la N / um è stata molto forte – "caldo bollente" nel ventre – e poi l’uomo avrebbe messo una mano sulla parte anteriore del torace femminile e una mano sul posteriore della donna. Questo stato di transe, attraverso la visione della luce elettromagnetica, succhia la malattia delle donne. Gli uomini possono succhiare dentro di sé la malattia e quindi inviare la malattia agli spiriti dei morti che si alimentano di quest’energia supplementare.


Il "serpente arcobaleno" è l’ondulata "corrente d’amore" di quest’energia di guarigione fuori del tempo. Ci sono 12 nodi armonici lungo la parte anteriore e posteriore dell’uomo, che risuonano proprio come le 12 note della scala musicale, create dalle sfumature delle armoniche 1–4–5 – il simbolo Tai Chi o simbolo del "culto del flauto del serpente arcobaleno". The Perfect 5. La perfetta quinta armonica è il rapporto 2:3 come yang, energia maschile, che risuona come l’infinita spirale di quinti – la legge di Pitagora – e torna in forma di sensibilizzazione o eterna coscienza femminile. Questa pratica, di sedersi su una sedia e mettere a fuoco la mente lungo le 12 "note" del corpo, può essere fatta da chiunque, in modo che un’energia elettromagnetica positiva venga creata per la guarigione. Questa pratica di risonanza naturale è chiamata il "piccolo universo" o l’"orbita microcosmica" e si può trovare un orientamento alla pagina http://springforestqigong.com.
La pratica delle 12 note è anche dettagliata nel libro del professor Mircea Eliade sullo yoga indiano. L’antica tradizione di questa pratica basata sulla biomusica è al centro del libro "Yoga taoista: Alchimia e immortalità", tradotto da Charles Luk.
Una volta che i canali d’energia sono aperti quindi una persona può sedersi in pieno loto, che è un tetraedro, costituito da 4 triangoli equilateri, ciascuno composto da due triangoli 2–3–4, che risuonano come yin (3:4) e yang (2:3). Il pieno loto è un mezzo molto veloce e potente per armonizzare le energie elettrochimiche del corpo. Alla fine, la luce può essere fatta uscire fuori dagli occhi, attraverso il terzo occhio o ghiandola pineale, in modo da ottenere la guarigione di altri.
Si tratta di una rivoluzione della risonanza naturale dalla sensibilizzazione informale.

Maggiori dettagli possono essere trovati sul mio vecchio blog, http://drewhempel.gnn.tv.

Fonte: http://www.mondovista.com/rainbow.html



Associazione culturale Liutprand 27100 PAVIA      copyright ©1994-2018 e-mail: liutprand@iol.it