Liutprand - Associazione Culturale

PETIZIONE MONUMENTO LA PALISSE, LEGGI E FIRMA ANCHE TU
sezione articoli
HomeArticoli dal Mondo › Articolo
di Jarus Owen
NUOVA PIRAMIDE IN PERU'
legata alla produzione di rame e abitata


Questa donna adolescente era sepolta all'interno della piramide. I suoi piedi sono vicini tra loro, il che indica che erano legati. Le ginocchia mostrano anche segni di combustione rituale. E' possibile che sia stata sacrificata, però l'analisi dello scheletro non ha trovato alcuna prova di trauma.
Foto cortesia del professor Edward Swenson

Un team di archeologi ha scoperto una piramide di 1400 anni fa in Perù. La scoperta è particolarmente insolita. La sommità piatta della piramide, costruita dalla cultura Moche, era utilizzato per i vivi e non solo per i morti, e contiene una grande varietà di manufatti, dipinti murali e resti umani.
La piramide è stata scoperta a Huaca Colorada, che si traduce come 'collina colorata'. Il direttore dei avori di scavo, il professor Edward Swenson, dell'Università di Toronto, racconta come avesse sviluppato il sospetto che l'area fosse archeologicamente significativa. "Sapevo che era più di una collina naturale - doveva essere stata modificata artificialmente".
L'intuizione Swenson si è dimostrata vincente. Con la piramide finora solo parzialmente scoperta, gli archeologi hanno già fatto scoperte notevoli. "La nostra più grande sorpresa è stata che nella parte superiore di questa costruzione piramidale troviamo residenze d'élite", ha detto il prof Swenson, che ha aggiunto che è molto raro trovare piramidi usate in questo modo. I Moche sono noti per avere usato piramidi per le sepolture e per l'attività rituale, ma non per la vita quotidiana.
Il complesso abitativo avrebbe ospitato non più di 25 persone, ed era completo con diversi patios, una cucina, e il luogo per la 'paica' - con recipienti di grandi dimensioni per conservare l'acqua e la birra di mais. Il team ha identificato un recinto utilizzato per contenere porcellini d'India: "La conservazione era così buona che abbiamo effettivamente incontrato coproliti (feci) di cavie".
Diversi dipinti murali coprivano i corridoi alla sommità della piramide. Il meglio conservato di questi raffigura un guerriero Moche che impugna un bastone - Swenson dice che sembra "un Puffo". Tra gli altri dipinti murali, una rappresentazione di quello che sembra essere un cactus con due picchi di montagna e un arcobaleno, e una rappresentazione di due portatori di rifiuti che trasportano una persona.
Presso il sito sono anche state scoperte prove di sacrificio rituale. Gli scheletri di tre ragazze adolescenti, e parti del corpo di altre quattro persone, sono stati trovati su una piattaforma in cima alla piramide. Le ragazze erano state sepolte con perle al collo e i piedi erano vicini tra loro, suggerendo che fossero stati legati. La carbonizzazione delle ragazze sulle ginocchia indica che i loro corpi sono stati oggetto di "bruciature rituali".
Questa evidenza suscita la possibilità che le ragazze sono stati sacrificati, come parte di un rituale, qualcosa non raro tra i Moche. Tuttavia gli antropologi che hanno esaminato gli scheletri non hanno trovato alcuna evidenza di traumi. Questo significa che le ragazze sono morte naturalmente oppure che sono state uccise in modo tale che nessuna prova è stata lasciata sulle loro ossa. "E' possibile che siano state sacrificate, ma non sappiamo", aggiunge il prof. Swenson.
A sud della piramide, il team ha scoperto un gran numero di artefatti di rame tra cui spatole, coltelli, recipienti di fusione e ornamenti. "Non ho mai trovato una tale quantità di rame", dice Swenson. "Il potere di questa élite doveva essere grande e si fondava sul controllo della produzione del rame".
Huaca Colorada è vicina alla costa del Perù, dove il rame è scarso, così i governanti del sito avrebbero dovuto mantenere scambi commerciali con persone che vivevano in montagna, almeno 200 chilometri a est. Swenson ipotizza che i governanti "potrebbero essere considerati signori - ma signori di un tipo particolare - perché capaci di trasformare il minerale in prodotti finiti". In alternativa, dice Swenson, ci potrebbe essere stata una "società di cooperazione mutuale, ma con operatori di rango elevato".
Huaca Colorada sembra essere indifesa. Swenson ha detto che il team non ha scoperto "né mura, né pietre da lancio... A differenza di molti dei siti costruiti sulle colline costiere". L'area che circonda l'insediamento era prevalentemente pianeggiante, e avrebbe offerto scarsa resistenza agli invasori. Vi era certamente la guerra nel mondo Moche, ma forse, per qualche sconosciuta ragione, Huaca Colorada e la sua piramide erano off-limits per gli invasori. "E' un po' come la città aperta di Roma nella seconda guerra mondiale", dice Swenson. "Non so esattamente cosa stesse succedendo".
I lavori di scavo presso il sito continuano e i ricercatori realizzeranno un'indagine GPR sulla piramide questa estate, per determinarne le esatte dimensioni.

Notizia di venerdì 21 maggio 2010, fonte: The Independent - Archaeology.


Associazione culturale Liutprand 27100 PAVIA      copyright ©1994-2018 e-mail: liutprand@iol.it