Liutprand - Associazione Culturale

PETIZIONE MONUMENTO LA PALISSE, LEGGI E FIRMA ANCHE TU
sezione articoli
HomeArticoli dal Mondo › Articolo
di Past Horizons
ALLINEAMENTI ASTRONOMICI IN MESOAMERICA



Il tempio di Kukulcan. Immagine: theilr (Flickr)


Un esame di tre anni di allineamenti astronomici che si trovano in edifici delle città mesoamericane ha dimostrato le basi di alcuni rituali pre-colombiani.
L'archeologo Francisco Sánchez Nava, dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH), insieme all’archaeoastronomo Ivan Sprajc , del Centro di Ricerca Scientifica dell'Accademia Slovena delle Scienze e delle Arti, hanno sviluppato congiuntamente il progetto "Le Proprietà archeo-astronomiche di Architettura e Urbanistica in Mesoamerica".

Indagare gli antichi siti alla ricerca di allineamenti astronomici
Attraverso la ricerca, gli archeologi stanno cercando di stabilire modelli archeo-astronomici per vedere se questi abbiano influenzato in qualche modo gli allineamenti di distribuzione e il posizionamento delle città pre-colombiane e delle strutture principali in Mesoamerica. Ad oggi, 150 siti Maya sono stati studiati nel Golfo del Messico, sugli altopiani centrali e di Oaxaca, lungo una serie di periodi temporali dalla formazione sino alla fine del Postclassico (500 a.C. - 1521 d.C.).
Sulla base dei risultati finora ottenuti, Sanchez Nava ha detto che, tra gli edifici dei quali sono stati rilevati gli allineamenti, oltre il 70 per cento sono di natura solare e la loro funzionalità è senza dubbio basata su una direzione est-ovest, rivolti prevalentemente verso le albe e i tramonti.


Tikal, Tempio I. Immagine: Antti T. Nissinen (Flickr)



Non ci sono corrispondenze per l’equinozio
Anche se i ricercatori non hanno dubbi sul fatto che solstizio era importante per la gente - con allineamenti che si trovano in tutti i siti archeologici studiati fino ad ora - lo stesso non è vero per l’equinozio.
Forse sorprendentemente, sembra che gli allineamenti alle posizioni equinoziali siano una moda recente rivolta al turismo, privi di alcuna base reale o di prove concrete, come i risultati dello studio hanno ulteriormente dimostrato.

Distinti schemi che si ripetono
Sanchez Nava ha anche spiegato di aver trovato che i modelli di orientamento degli edifici costruiti nella maggior parte dei siti archeologici degli Altipiani sono in comune con la maggior parte dei siti della Regione Maya, in pianura, come Chichén Itzá e Uxmal.
Tuttavia, in molti altri siti degli Altipiani, come Tonina e Largatero, vi è un modello distinto e ripetuto, che rimane ancora un mistero.
Un’ipotesi è che la costruzione e l'allineamento di questi siti Maya degli Altipiani fossero legati ai cicli di Venere, ma i ricercatori non hanno ancora alcune rilevazioni fondamentali per dimostrare questa teoria.
Nel frattempo, sulla costa nord della penisola dello Yucatan, a margine di Quintana Roo, Sanchez Nava Sprajc ha trovato un modello ulteriore di allineamento diverso dai due precedenti: "a quanto pare, gli allineamenti architettonici di questa regione sono basati sui cicli della luna." ha detto.
Sanchez Nava ha spiegato: "l'importanza dell'astronomia in questi siti archeologici è fuor di dubbio, e da alcuni anni è stato accettato che le città mesoamericane non sono distribuite in modo casuale, ma con una guida di riferimento rigorosa e definita: i modelli allineamenti architettonici e urbanistici sono tutti basati su una serie di osservazioni dell'ambiente, in particolare sulla posizione delle stelle. "

Poche prove concrete
Tuttavia, ha detto, "la prova concreta era incerta e questo è il motivo per cui il nostro progetto offre una quantità significativa di campioni di misurazioni, ottenute utilizzando una metodologia standardizzata, in diverse regioni culturali e cronologie diverse, in modo che i risultati siano comparabili."
Hanno scelto lo stesso tipo di edifici: alti, tipo palazzi o templi che avessero una funzione riconoscibile, punti di osservazione dove l’orizzonte era facilmente visibile. Le prime misure sono state prese con una bussola, per stabilire le linee guida di distribuzione del modello, e poi con un teodolite per una maggiore precisione.
La ricerca continua ...

L'elenco dei siti che sono stati studiati fino ad ora sono:
Tenochtitlan, Cantona, Tenayuca, Cuicuilco (Altiplano), Monte Alban, Mitla, Yagul, Guiengola e Copalita Bocana, Monte Negro (Oaxaca), Comalcalco, vendita, El Tajin, Quiahuiztlan, Cuauhtoxco, Castillo de Teayo (del Golfo), nonché maya zona: Chichén Itzá, Uxmal, Edzná, Kohunlich, Calakmul, Rio Bec, Coba e Tulum (nella regione di pianura), e Toniná Chinkultic, Tenam Puente, Largatero (Altopiano), Palenque, Bonampak, Yaxchilan (giungla); Izapa e vecchia chiesa (costa del Pacifico). Inoltre, è Tikal, Guatemala (terre basse del Sud).

Fonte: Instituto Nacional de Antropología e Historia (INAH , Istituto Nazionale di Antropologia e Storia)

Fonte dell’articolo: Past Horizons, Martedì, 19 Marzo 2013


Associazione culturale Liutprand 27100 PAVIA      copyright ©1994-2018 e-mail: liutprand@iol.it