Liutprand - Associazione Culturale

PETIZIONE MONUMENTO LA PALISSE, LEGGI E FIRMA ANCHE TU
sezione articoli
HomeArticoli dal Mondo › Articolo
di Popular Archaeology Daily News
UN PETROGLIFO IN SPAGNA, INCONTRO TRA L’ATLANTICO E IL MEDITERRANEO


Un graffito rupestre dell’Età del Bronzo raffigura una barca in stile mediterraneo.


Un petroglifo unico scoperto nei pressi della costa atlantica della Galizia, nel nord della Spagna (territorio del Consiglio di Oia), ha dimostrato che i contatti tra le antiche culture atlantiche e le culture contemporanee del Mediterraneo sono stati anteriori e forse più intensi di quanto si pensasse.
Il pannello d’arte rupestre, situato nella regione della Costa dos Castros e conosciuto come Auga dos Cebros, raffigura una barca con una struttura, tra cui una combinazione di remi e vele, che corrisponde al disegno generale e al concetto di navi d’alto mare delle culture mediterranee di circa 4000 anni fa. Le tipiche imbarcazioni atlantiche equivalenti del tempo erano note per usare principalmente la propulsione a remi, senza vele, con una forma generale diversa.
Appena è stato scoperto, il petroglifo ha suscitato l'interesse del ricercatore Javier Costas Goberna, che per primo ha iniziato la ricerca di prove comparabili e rendering nella documentazione archeologica in tutta Europa. Arrivato privo di prove, egli rivolse la sua attenzione alla ricerca nelle regioni mediterranee. La sua ricerca si è rivelata fruttuosa ed egli ha scoperto la prova di navi progettate in modo molto simile, come evidenziato da una serie di reperti archeologici. La ricercatrice María Ruiz-Gálvez Priego ha identificato la nave di Auga dos Cebros come molto simile alle navi del modello Egeo costruite verso il 2000 a.C., in particolare come sono stati raffigurati in antiche incisioni cretesi. Come la nave di Auga dos Cebros, tali navi presentano fiocchi e poppe esteriormente aperti, alberi e sartie che tenevano le vele come mezzo principale di propulsione, e linee che vengono interpretate come rappresentaqioni di remi e/o rematori per fornire una propulsione supplementare.


Una rappresentazione grafica del petroglifo di Auga dos Cebros, con la caratteristica nave in evidenza nella parte inferiore. Questa immagine è tratta dai filmati, mostrati nel video di YouTube (vedi sotto).

Considerando il fatto che il petroglifo di Auga dos Cebros è l'unica rappresentazione nota di questo tipo di nave d’alto mare nella regione europea-atlantica durante l’Età del bronzo, i ricercatori ipotizzano che la nave di Auga dos Cebros probabilmente provenisse da un punto del Mediterraneo, suggerendo che il contatto o il commercio con le culture atlantiche possa risalire a 4000 anni fa.
Altre informazioni su questa importante scoperta, tra cui immagini e il video citato, si possono trovare nell'articolo su Dig Ventures di Maiya Pina-Dacier (2/10/2015).


Fonte: Popular Archaeology Daily News, 5 ottobre 2015.


Associazione culturale Liutprand 27100 PAVIA      copyright ©1994-2018 e-mail: liutprand@iol.it