Liutprand - Associazione Culturale

PETIZIONE MONUMENTO LA PALISSE, LEGGI E FIRMA ANCHE TU
sezione articoli
HomeArticoli dal Mondo › Articolo
di Alberto Arecchi
AMINATU DI ZARIA, REGINA GUERRIERA HAUSSA


Aminatu (o Amina) visse nel XVI secolo nelle città-stato Haussa (a nord-est dell'attuale Nigeria). Questi stati: Biram, Daura, Katsina, Zazzau (o Zaria), Kano, Rano e Gobir, dominavano il commercio dell'Africa Nera sub-sahariana. Aminatu era musulmana e regnò su Zazzau (Zaria) per più di 34 anni. Le cronache di Kano, una raccolta anonima di documenti storici degli Haussa, narrano le avventure di questa regina-guerriera.


Aminatu, prima di diventare la 24esima heba di Zazzau (nome dato alle principesse in quel Paese), era solo un’adolescente sedicenne, quando suo padre Bakwa Turunku divenne il 22esimo re di Zazzau. Sua madre, divenuta regina-madre, fece ribattezzare la città "Zaria", dal nome della sorella di Aminatu, la sua preferita. Il Paese conosceva un periodo di pace e di prosperità, pur essendo impegnato in alcune campagne militari per difendere i propri commerci.


Aminatu, da giovane, si dedicava ad attività ben diverse rispetto alle ragazze della sua età. Passava la maggior parte del suo tempo con i soldati dell’esercito paterno, piuttosto che preoccuparsi della propria bellezza o cercare il principe azzurro. Aveva l’unica passione dell’arte della guerra.
Alla morte di suo padre, nel 1566, secondo le usanze Haussa, suo fratello Karama ddivenne re di Zazzau, benché fosse più giovane di Aminatu. Karama regnò una decina d’anni e poi subì una morte improvvisa, lasciando il trono ad Aminatu che assunse il potere senza alcuna esitazione.
Né il popolo né i soldati si stupirono, poiché la giovane aveva già rivelato doti straordinarie nell’arte militare. Inoltre possedeva una forza fisica ineguagliabile, tanto da essere soprannominata "la donna con la forza d’un uomo". Aminatu aveva già più volte comandato la cavalleria, durante il regno del fratello.


Subito dopo l’ascesa al trono, lanciò una prima spedizione militare di tre mesi. Organizzò diverse campagne di conquista, per ingrandire il territorio di Zazzau, impadronendosi delle città confinanti. Il cronista P.J.M. McEwan riferisce, dalle Cronache di Kano:
"Aminatu s'impadronì di tutte le città del Nord, intorno a Kwararafa, e di quelle del Sud intorno a Nupe. Giunse a dominare gran parte dei territori Haussa e andò ben oltre, giungendo a controllare il territorio di Kasashen Bauchi. Aminatu impose il proprio dominio su tutti i percorsi commerciali che collegavano il Sudan occidentale all’Egitto e riuscì a conquistare persino una parte del nord del Mali".


Associazione culturale Liutprand 27100 PAVIA      copyright ©1994-2017 e-mail: liutprand@iol.it